Fantastici migratori: Rondini & C.

Una serata aperta a tutti per conoscere e riconoscere questi migratori, preziosi suggerimenti in caso di soccorso, indicazioni sulla protezione e gestione dei nidi, contributo al censimento delle colonie e tante altre indicazioni per aiutare le Rondini.

I volontari della Sezione LIPU di Parabiago ci guideranno alla scoperta di Rondini, Rondoni e Balestrucci, uccelli simbolo della primavera ed emblemi di biodiversità.

Si parlerà anche di come i Comuni possono contribuire alla salvaguardia di questi uccelli adottando la "Delibera Salvarondini" proposta dalla LIPU, che la nostra Sezione sta promuovendo presso 15 Amministrazioni.

Martedì 21 marzo 2107 alle 21:00, a Busto Garolfo, presso la Sala Consiliare del Municipio (entrata da Via Magenta 25 oppure dal parcheggio di Via Mazzini).

Ingresso libero.

Scarica la locandina in formato PDF (1.1 MB)

Connettere la biodiversità

I parchi naturali non bastano più. Per conservare la fauna selvatica non è sufficiente dedicarle spazi ed habitat: se quegli spazi rimangono isolati fra di loro, le specie rischiano ancora di estinguersi localmente. Per questo la conservazione nel XXI secolo si gioca sulle reti ecologiche.

Anche i Parchi Locali di Interesse Sovracomunale, come il Parco dei Mulini, giocano un ruolo nella rete ecologica, sia come nodi minori che come aree di passaggio.

In un incontro pubblico basato sulla proiezione di audiovisivi nella tradizione dell'"Olona Film Festival" degli anni scorsi, Massimo Soldarini, responsabile gestione progetti di LIPU-Birdlife Italia, ci illustrerà il progetto Life TIB (Trans Insubria Bionet), mentre i volontari di LIPU Parabiago racconteranno la scoperta della biodiversità lungo il corso del fiume Olona in collaborazione con il Parco dei Mulini, il cui motto non a caso è "Rinascimento Fluviale".

A Nerviano, venerdì 10 marzo 2017 alle ore 21:00, presso la Sala Bergognone del Municipio (Piazza Manzoni 14). Ingresso libero.

Scarica la locandina in formato PDF (554 kB)

Lezioni di Natura

Intervento didattico alla scuola di Arconate

Il futuro è nelle mani dei bambini e passa attraverso la riscoperta della bellezza della natura che ci circonda e che spesso resta inosservata. Per spiegare l'importanza di preservare il mondo naturale, la delegazione Lipu di Parabiago, con i volontari Marusca e Fabrizio, ha tenuto degli incontri con le tre classi quarte della scuola primaria "Maestri di Arconate".

Si è parlato di birdgarden, degli abitanti selvatici dei nostri parchi e giardini, realizzando in seguito mangiatoie per i piccoli uccelli utilizzando materiali di recupero abbinati ad elementi naturali raccolti nei boschi.

La curiosità dei piccoli allievi, lo stupore nei loro occhi, la voglia di capire e scoprire sono per noi il più bel premio.

Un grazie ai genitori degli alunni, in particolare ad Alessandra Boffi che ha proposto le lezioni alle maestre ed a queste ultime per essersi subito dimostrate sensibili all'argomento.

Legittime perplessità

Isola del Castello, Legnano

Lipu Parabiago esprime preoccupazione per la scelta (ancora in discussione, ma ormai sembra definitiva), da parte del Comune di Legnano, di concedere l'area dell'Isola del Castello in uso ad una Società sportiva per una manifestazione della durata di dieci giorni che avrà luogo nel periodo estivo e che prevede anche spettacoli musicali di grande richiamo nelle ore notturne.

È ormai da un anno che dedichiamo a quell'area (e ad altre tre all'interno del Parco dei Mulini) regolari attività di monitoraggio ornitologico promosse dal Parco ed abbiamo subito constatato che gli interventi realizzati in quell'area, un tempo selvaggia e soggetta a inondazioni, l'hanno trasformata in parco cittadino col suo bel prato e i vialetti di cemento. Solamente nella parte più distante dall'antico Castello si è cercato di restituire spazio alla natura con un generoso allargamento dell'alveo del Fiume Olona, ma per fare questo è stata distrutta tutta la vegetazione esistente, ad eccezione di un bel gruppo di alberi di alto fusto, intorno ai quali è stato avviato un rimboschimento.

Con il passare degli anni questa zona dimostrerà il proprio valore come habitat, a patto che si tenga sotto controllo il disturbo antropico, ma almeno in questa occasione non sembra che lo si voglia davvero fare: si prevede invece di occupare 12.000 metri quadri di area a prato, arrivando con le strutture di servizio a ridosso del rimboschimento e della zona golenale.

Peccato, perché quasi tutte le attività sportive e culturali del programma sarebbero perfettamente compatibili con le caratteristiche del luogo: solamente gli spettacoli serali potrebbero essere meglio collocati nell'area del mercato, come del resto è già stato proposto anche da altri.

Bisognerebbe fare uso del "principio di precauzione" anche nel gestire un'area demaniale che è stata recuperata con uso di denaro pubblico, mentre temiamo che in questo caso le considerazioni politico-elettorali stiano per prevalere.

Pagine

Abbonamento a Sezione LIPU Parabiago RSS